Principale Altro Incontra il direttore della Columbia Law Library Simon Cannick

Incontra il direttore della Columbia Law Library Simon Cannick

Insegnante, studioso e avvocato, Canick torna alla Arthur W. Diamond Law Library della Columbia, dove ha iniziato la sua carriera come bibliotecario di riferimento due decenni fa.

Quando Simon Canick stava studiando alla Boston University School of Law a metà degli anni '90, si è appassionato alla ricerca legale. Fece amicizia con i bibliotecari della scuola e scoprì che avevano tutti un JD, il che gli aprì gli occhi su un percorso di carriera alternativo. Con i suoi piani di diventare un avvocato di famiglia affondato da una recessione, si è invece iscritto all'Università di Washington, dove ha conseguito un master in biblioteconomia e scienze dell'informazione. Canick ha lanciato la sua carriera nel 2000, presso la Arthur W. Diamond Law Library della Columbia Law School. Successivamente ha ricoperto incarichi presso la University of Connecticut School of Law, la Mitchell Hamline School of Law a St. Paul, Minnesota, e, più recentemente, presso la Francis King Carey School of Law dell'Università del Maryland, dove è stato professore e associato Preside per la Biblioteca Giuridica e Tecnologica. Ora torna alla Facoltà di Giurisprudenza come direttore della biblioteca.

tipo di lesione spinale

Simon apporta al suo nuovo ruolo un patrimonio di conoscenze professionali ed esperienza manageriale, una prospettiva innovativa e strategica e un impegno incrollabile nel promuovere e sostenere una vita intellettuale ricca e vibrante presso la Law School, afferma Gillian Lester, Dean e Lucy G. Moses Professore di Giurisprudenza. Quando Canick assume la sua posizione, condivide i suoi pensieri sul ruolo delle biblioteche legali, l'importanza di insegnare agli studenti le capacità di ricerca e la sua visione per il futuro.

Come ci si sente a essere tornati alla Facoltà di Giurisprudenza?

Assolutamente fantastico. Ho amato i miei anni alla Columbia, l'energia del luogo, il senso di creatività, l'importanza del lavoro della facoltà. È qui che sono diventato un insegnante, dove ho fatto molti amici intimi. E New York è il luogo in cui sono nati i nostri figli. È stato un periodo meraviglioso della vita professionale e personale, quindi è emozionante tornare. Quando sono arrivato per la prima volta alla Columbia, volevo trascorrere la mia carriera come bibliotecario di riferimento, ma mi sono interessato sempre più alla politica e alla gestione. Volevo lavorare più a stretto contatto con docenti, presidi e amministratori. Volevo vedere come la biblioteca si inserisse nel quadro più ampio di ciò che sta accadendo alla facoltà di giurisprudenza e pensare al ruolo delle biblioteche nell'accademia.

Cosa ti entusiasma di più nel guidare la Diamond Law Library?

Quello che mi entusiasma di più è lavorare con uno staff incredibilmente talentuoso. Il gruppo di persone qui è piuttosto notevole, e questo include persone all'interno della biblioteca legale e nelle altre biblioteche della Columbia. È una comunità con esperienza e dedizione al servizio e, quando ce l'hai, puoi realizzare praticamente qualsiasi cosa.

Come definisci la missione della biblioteca?

Puoi pensare a una biblioteca legale come a una combinazione di strutture, collezioni e servizi per studenti e servizi per docenti. Dovremmo avere spazi che attirino gli studenti per vari compiti. Dovremmo continuare a costruire una collezione per ampie esigenze di ricerca: legale, non legale, interdisciplinare, nazionale, estera, comparativa e internazionale. E dovremmo aiutare docenti e studenti a ottenere il massimo da quella collezione! Più in generale, voglio che la biblioteca legale sia tenace nel supportare le attuali esigenze della scuola. Le biblioteche che stimo di più sono quelle disposte a reinventarsi, a provare cose nuove, quindi sono al centro della missione didattica e di ricerca della scuola.

Cosa si aspettano gli studenti dalla biblioteca?

Le loro esigenze sono molto diverse da quelle della facoltà. Agli studenti non viene spesso chiesto di fare il tipo di ricerca che i membri della facoltà fanno in termini di produzione di lavori con impatto nazionale o mondiale. Per gli studenti, la biblioteca consiste nel trovare un posto tranquillo dove essere produttivi, o un posto dove lavorare con i loro gruppi di studio. Penso che si aspettino anche reattività e supporto dalla biblioteca quando sono impegnati nella ricerca. Ma altrettanto importante, la biblioteca ha l'obbligo di mostrare agli studenti quanto sia importante essere ricercatori esperti. Queste sono abilità che sono importanti tanto quanto qualsiasi corso dottrinale che intraprendono nella scuola di legge.

Alla Maryland Carey School of Law, hai tenuto corsi di ricerca giuridica e diritto ambientale. Insegnerai alla Columbia Law?

Sì. Tutti i bibliotecari della Columbia Law School trascorrono un'enorme quantità di tempo nell'insegnamento della ricerca legale come parte del curriculum del primo anno. Questa primavera assisterò al seminario di ricerca giuridica avanzata. E in futuro, spero di tenere un corso sulla tecnologia nella pratica legale.

Quali sono le idee sbagliate sui bibliotecari?

Bene, immagino che ci siano ancora persone che credono che i bibliotecari passino le loro giornate a zittire le persone prima di tornare a casa dai loro gatti e un buon libro. A pensarci bene, potrebbe essere ancora vero per quanto riguarda i gatti e i buoni libri! Ma le biblioteche sono così diverse da come erano un tempo. Al giorno d'oggi, le biblioteche riguardano il cambiamento e la trasformazione! Il mio lavoro riguarda in gran parte l'intersezione tra biblioteche e tecnologia. Ci sono molti bibliotecari che lavorano con set di dati emergenti e aiutano i docenti a fare ricerche empiriche. E ci sono bibliotecari che si concentrano sulla promozione della borsa di studio della facoltà, che si può pensare al marketing ma che in realtà riguarda la diffusione delle informazioni. Ottimizziamo le informazioni per il Web, monitoriamo i download e cerchiamo di rendere le informazioni disponibili gratuitamente al mondo. È qualcosa di cui ho scritto in un articolo in Rivista di diritto delle biblioteche .

centro per la preparazione alle catastrofi

Hai dei piani per il tuo incarico in biblioteca che vorresti condividere?

Ci sono così tante cose in arrivo, ma l'unica cosa a cui ho pensato ultimamente è come possiamo sviluppare il ricco archivio della storia della Facoltà di Giurisprudenza che abbiamo in biblioteca. Forse possiamo fare una storia orale con gli ex studenti per archiviare i loro ricordi importanti. È qualcosa che cristallizzerebbe l'importanza della Columbia Law School nella vita di alcune persone davvero straordinarie che hanno avuto un grande impatto su New York, il paese e il mondo.

A proposito di questa storia

Categoria
Notizie sulla scuola di legge
Temi
Arthur W. Diamond Law Library
Pubblicato
12 gennaio 2021

Condividere

Articoli Interessanti

Scelta Del Redattore

CEO di Antena 3 v. Extraconfidencial, S.L.
CEO di Antena 3 v. Extraconfidencial, S.L.
Columbia Global Freedom of Expression cerca di far progredire la comprensione delle norme e delle istituzioni internazionali e nazionali che meglio proteggono il libero flusso di informazioni e di espressione in una comunità globale interconnessa con importanti sfide comuni da affrontare. Per raggiungere la sua missione, Global Freedom of Expression intraprende e commissiona ricerche e progetti politici, organizza eventi e conferenze, partecipa e contribuisce ai dibattiti globali sulla protezione della libertà di espressione e di informazione nel 21° secolo.
I vantaggi P-EBT consentono alle famiglie degli studenti di New York di acquistare più cibo
I vantaggi P-EBT consentono alle famiglie degli studenti di New York di acquistare più cibo
Il Teachers College, Columbia University, è la prima e più grande scuola di specializzazione negli Stati Uniti e anche perennemente classificata tra le migliori della nazione.
La pittrice più famosa del Rinascimento italiano di cui non hai mai sentito parlare
La pittrice più famosa del Rinascimento italiano di cui non hai mai sentito parlare
Il nuovo libro del professor Michael Cole, 'La lezione di Sofonisba', illumina il lavoro di un'artista in anticipo sui tempi.
Alumni della Columbia immaginaria: edizione cinematografica
Alumni della Columbia immaginaria: edizione cinematografica
Calendari
Calendari
Dennis v. Stati Uniti
Dennis v. Stati Uniti
Columbia Global Freedom of Expression cerca di far progredire la comprensione delle norme e delle istituzioni internazionali e nazionali che meglio proteggono il libero flusso di informazioni e di espressione in una comunità globale interconnessa con importanti sfide comuni da affrontare. Per raggiungere la sua missione, Global Freedom of Expression intraprende e commissiona ricerche e progetti politici, organizza eventi e conferenze, partecipa e contribuisce ai dibattiti globali sulla protezione della libertà di espressione e di informazione nel 21° secolo.
Studi postcoloniali
Studi postcoloniali